Fine del mondo: l'attesa si fa snervante




Apocalisse Maya: con l'avvicinarsi dell'infausta data del 21 dicembre, che segna la conclusione di 5.125 anni, iniziata nel 3113 A.C, del "lungo computo" del calendario Maya, il panico si va diffondendo un po' ovunque nel mondo.

In Cina e in Russia, come a voler esorcizzare l'evento, molti vanno in cerca di candele ed essenze. Negli Stati Uniti si segnala una esplosione di vendite dei rifugi di sopravvivenza. In Francia chi crede convintamente a questa BUFALA trova riparo nel piccolo villaggio di Bugarach, sui Pirenei francesi, popolato d'appena 179 abitanti. Quello che sconcerta è che in questo villaggio sono convenuti 250 giornalisti provenienti da oltre 50 paesi per seguire una fine del mondo nell'unico posto del nostro pianeta dispensato da questo apocalittico avvenimento (che non accadrà), in quanto si presume che la montagna nasconda un garage degli  UFO, che potrebbe consentire agli alieni di salvare gli esseri umani che lì si trovano.

Bugarach è un luogo molto speciale per i seguaci della New Age e di alcuni ufologi, in quanto il paese è vicino a  Rennes-le-Château , la capitale dell'esoterismo, ed è dominata da una  "montagna invertita" , un fenomeno geologico che alimenta la fantasia. È un luogo dove un'enorme base senza tempo, cioè una base che funziona bene nella terza dimensione rispetto alle dimensioni superiori. Come a dire che questo luogo sarà uno dei più protetti al mondo nel caso ci fossero grandi eventi.

Onde evitare un pandemonio senza precedenti il sindaco di Bugarach, ha vietato gli osservatori di UFO e il sorvolo del paese sormontato dal Picco di Bugarach. da parte di aerei leggeri.

La questione Armageddon rimane vaga. Spazia da una catastrofica collisione celeste tra la terra e il mitico pianeta Nibiru, anche conosciuto come pianeta X, un disastroso incidente con una cometa, o l'annientamento della civiltà da una tempesta solare gigantesca.

In America Ron Hubbard, non l'autore e il fondatore della Chiesa di Scientology, bensì  un produttore di bunker di sopravvivenza hi-tech ha visto esplodere la sua attività. L'imprenditore ha costruito infatti un lussuoso sotterraneo a prova di bomba rifugio a Montebello, in California, completo di pavimento in legno,  divani in pelle e TV con schermo al plasma,  nel caso in cui la previsione Maya si avvererà.

Come vedete, per fortuna, d'innanzi eventi così apocalittici, c'è chi non si perde d'animo, anzi ne approfitta per fare affari d'oro. E mi sa tanto che Mr. Hubbard - a differenza dei media che amplificano enormemente la portata di questo avvenimento e dei giornalisti e blogger che scrivono, scrivono, scrivono... come anche il sottoscritto -  ha avuto l'idea più geniale di tutti.

 Immagine: www.slate.fr