I Millenials: astrologia e futuro


Il periodo d'incertezza che si sta vivendo sta producendo uno strano fenomeno socio-culturale-religioso che sta facendo presa soprattutto sui millenials, la generazione nata tra il 1980 e il 2000, che va dai 15 ai 35 anni. Ebbene, questa moltitudine di giovani, molti dei quali alle prese con scuole che hanno perso il fascino di vent'anni prima, con tanti problemi di lavoro e che sembrano una massa di sfigati... chiedono risposte al cosmo.

Tra loro sta crescendo sempre di più una familiarità con gli schemi e le posizioni dei pianeti, anche nella terminologia che adottano, per cui non c'è da stupirsi sentirli parlare di "Mercurio retrogrado" e "il ritorno di Saturno" con fiducia e autorità. Sanno che il "segno zodiacale" è un segno solare, e che per stilare una carta astrale bisogna conoscere l'ora esatta e il luogo di nascita, così, per poterne parlare con un minimo di padronanza, argomentando, con uguale riverenza, l'influenza dei pianeti e dei segni in rapporto col transito della luna, di Marte, Giove o che so'!

I millenials rappresentano una generazione che in gran parte resiste alle etichette e si rifiuta di essere categorizzata, quindi una generazione fuori dagli schemi... tuttavia tante persone giovani, fresche e perfettamente normali che leggono ossessivamente i loro oroscopi.

Secondo uno studio che rivela tra l'altro che lo scetticismo sull'astrologia sta diminuendo, il 58% degli americani di 18-24 anni ritiene che l'astrologia sia scientifica.

Tutto fa parte di un cambiamento più ampio, che trova la magia e il misticismo racchiusi regolarmente nella cultura popolare. Nel mondo della moda, marchi come Vetements  e Valentino hanno messo in primo piano segni zodiacali, costellazioni e modelli cosmici. La high street  ha seguito la tendenza. Un episodio delTV show Broad City  ha usato una congrega di streghe a Central Park come un modo per digerire l'elezione di Trump... che ha più senso se la guardi... specie se sei uno dei circa 800.000 Wiccan del mondo che considerano la loro religione come un percorso spirituale di tipo misterico, che venera principalmente il divino immanente, creduto presente nel mondo sotto infinite forme, spesso riassunte in un principio divino femminile, la Dea, e in uno maschile, il Dio, emanazioni dell'Uno, simmetrici ma complementari. Il loro incessante interscambio sta alla base del continuo divenire del mondo. La wicca celebra, pertanto, i cicli della natura. Solo nel Regno Unito, 60.000 persone si identificano come pagane.

Anche il web non poteva mancare a questo appuntamento stellare.

C'è pure un'app del social network Co-Star,  relativamente nuova che fornisce una tabella di nascita di base e oroscopi giornalieri, ma con l'aggiunta dei social network ti dice quanto sei compatibile con i tuoi amici e amanti, in base alle loro carte astrali di nascita.

"La mia personale convinzione è che le persone tendono a rivolgersi al misticismo, alla spiritualità e all'occulto in tempi incerti", suggerisce l'editore britannico Zing Tsjeng. ""E credo che soprattutto i giovani stanno vivendo uno dei momenti più incerti di sempre, almeno nella mia memoria... C'è una crescente volontà di mettere in discussione l'ordine organizzato, scardinare le norme sociali predefinite e cercare risposte altrove ".

C'è più voglia di rompere le norme sociali predefinite

"Come molte persone, sono approdato all'astrologia in un momento di crisi personale in cui mi sentivo perso", dice una trentenne che ha passato l'ultimo decennio a studiare l'argomento.  "L'invisibilità del mio dolore mi ha portato a interrogarmi sull'invisibile DNA della mia personalità. Forse risolvo il mio dolore, o almeno lo razionalizzo. " Recentemente la giovane ha completato un apprendistato in astrologia tradizionale ed ora pratica letture sotto il nome the Glitter Oracle.

L'idea di passare a un sistema di credenze esistente in un momento di crisi è tanto universale quanto familiare. Daisy Jones, 25 anni, è cresciuta in una famiglia in cui l'astrologia era "come una religione", con la nonna che praticava regolamente i tarocchi. "Ma direi che è stata un'entità relativamente di sfondo fino a poco più di un anno fa, quando ho attraversato una grande rottura e trasferito la casa, e la mia vita sembrava in uno stato di flusso", dice Daisy. "Quindi, come qualcuno che non è religioso, sentiva qualcosa da abbracciare durante un periodo particolarmente incerto".


Roy Gillett è presidente dell'Associazione Astrologica in Gran Bretagna e ha praticato l'astrologia negli ultimi 40 anni. Dice di aver notato una diffusione dei millennial che non si rivolgono solo ai segnali solari, ma anche alla ricerca di una più profonda comprensione della scienza sulla quale si fonda il sistema. 

"Penso che quello che è successo alle persone nella loro tarda adolescenza e alle persone ancora più giovani, è un senso di tradimento dalla conoscenza convenzionale ", spiega Gillet. "So che è una dichiarazione forte da fare, ma rispetto ai  miei tempi c'è una mancanza di valori ovunque si guardi. Le cose su cui ti sei basato non sembrano più affidabili e su questa fuga verso approdi diversi, cerchi qualcosa che ti dia un sostegno ". 

Gillett indica anche Internet che consente alle persone di condividere idee su una scala tanto vasta mai vista prima. Non è un caso che vi sia una fiorente comunità astrologica online, dalla cultura di Tumbir a YouTube dove si parla giornalmente del segno solare con tanti consigli da seguire per quel giorno, che vanno dall'alimentazione al sesso e alla magia.

Un detto dice che il segno solare astrologico è una sciocca filastrocca. Mentre invece " una corretta carta natale è una sinfonia complessa, perché siamo tutti così complicati ", ha spiegato Leigh Oswald, un'astrologa di professione. "Siamo tutti un casino di contraddizioni. Sono una grande sostenitrice del fatto che più possiamo conoscere noi stessi e più possiamo accettare noi stessi e prendere buone decisioni tra i nostri punti deboli e i punti di forza".


L'editore britannico Zing Tsjeng ha con l'astrologia un approccio più pragmatico, ma tuttavia è quello che arriva allo stesso cuore pulsante del perché l'astrologia può avere un tale fascino e come ciò possa, a sua volta, essere reso utile.

In conclusione,il mio personale parere sull'astrologia, che ritengo una sorta di codice cosmico individuale, é positivo. Ma l'astrologia deve essere presa per l'utilità che può dare sulle informazioni che se ne traggono leggendo tra segni, aspetti e pianeti le nostre attitudini e la via da percorrere...


Immagine: www.independent.co.uk - www.kgw.com - www.jessicaadams.com