Su una moneta del I secolo l'immagine di Gesù alias re Manu ?


E ' su questa moneta il primo vero ritratto di Gesù? Lo storico  biblico britannico Ralph Ellis
rivendica che l'unica immagine realistica di Cristo è su questa moneta del 1 ° secolo d.C.

Al di fuori dei Vangeli v'è ben poco prova che attesti l'effettiva esistenza della figura di Cristo.
Chi crede in Gesù Cristo è perché ritiene che esso sia esistito, ma non ha mai potuto essere certo della sua immagine. Per secoli gli storici sono stati in disaccordo sull'immagine vera di Gesù Cristo, ma un'antica moneta raffigurante un uomo con la barba potrebbe svelarne la risposta.

Per Ralph Ellis, storico  biblico britannico, la piccola moneta di bronzo di 24 millimetri mostra il volto di Gesù, anche se in realtà per lui è quella del re Manu, sovrano del regno mesopotamica di Edessa, in quella che è oggi la Turchia sud-orientale.

Dopo quasi 30 anni di ricerca, Ellis sostiene nel suo libro, che Manu e Cristo erano in realtà la stessa persona. Ha detto che la sua scoperta è "una delle scoperte più importanti della storia moderna".
Lo storico ha studiato la vita della coppia e i riferimenti incrociati e registrati e la prova aneddotica, ritenendo che le somiglianze tra loro non può essere una coincidenza.

Ellis ha detto che è convinto "al di là di ogni ragionevole dubbio" che lo stesso uomo postumo è stato riferito due nomi: 'King Izas Manu', e '(Re) Jesus Emmanuel'.

Se è corretta, l'immagine della moneta è l'unico ritratto preciso di Cristo.

Ellis, che divide il suo tempo tra il Regno Unito e la Francia, ha detto: " La tiara tradizionale dei monarchi di Edessa era, come si può vedere sulle monete, una corona intrecciata di spine. Il fatto che Gesù era l'unico condannato costretto a indossare una corona di spine mentre veniva portato alla sua esecuzione, sottolinea già un legame con questo re" .


Fonte e immagine:  www.dailymail.co.uk