Nelle nostre mani


Voglio proporvi un collage che mi ha procurato forti emozioni nel crearlo.  Risale a cavallo del millenio (1999 - 2000), un periodo assai creativo della mia vita allorchè mi rinchiusi per circa un anno in una stanza di un piccolo castello in preda ad una produzione personale sfrenata. In quel periodo mi riuscì di scrivere due libri, ed imparare Internet. Ma ho anche composto oltre cento collages, utilizzando ritagli di giornali, manifesti pubblicitari, vecchie brochure, fumetti e quant'altro alcuni dei quali mostro, riveduti e corretti per il web, su www.elvuxBiz.com  e Elvuxweb.blogspot.it

Pubblicare questo collage, uno dei primi realizzati, anche se non è riuscito proprio bene, mi ha dato forti emozioni. Avrei voluto intitolarlo "Nelle mani del Signore" ma credo sia più appropriato il titolo "Nelle nostre mani" perché se l'egoismo umano prevarrà sulla vita degli altri in maniera così determinante, solo NOI possiamo cambiare questo orribile stato di cose. Dall'alto ci è stato fatto dono di un pianeta, il più bello dell'Universo, affinché potessimo vivere tutti quanti in armonia, rispettando il prossimo ed aiutare i bisognosi.

Si sa la fame porta guerre, criminalità, terrorismo, esodi di massa, ignominia e se le alimentiamo con il nostro egoismo, con la sopraffazione contro i deboli, con l'indifferenza che ci pervade quando assistiamo a immagini pietose di sfortunati nostri simili... Se restiamo abbarbicati al nostro piccolo mondo, attenti a non farci entrare alcuno; se vogliamo fregarcene di questa martoriata realtà, se non ci commuovono neanche i bambini che ogni giorno perdono la vita, i genitori, che patiscono la fame...  allora continuiamo a non pensarci e torniamo a mangiare nella nostra greppia...

Poi ci si domanda perché ci sono tanti obesi nel mondo! 

Saluti

Luciano Vecchi