Un caparbio ottantenne alla ricerca dell'inestimabile tesoro del Terzo Reich

Cacciatori di tesori nazisti sono al lavoro nella foresta tedesca alla ricerca di preziosi reperti che includono anche la favolosa Amber Room (sala Ambra degli Zar).

Nella primavera del 1944 i tedeschi costruirono nella foresta una vasta serie di tunnel sotterranei e bunker per proteggere le linee di produzione dal bombardamento degli alleati.

L'ottantenne cacciatore di tesori, l'ingegnere e imprenditore Klaus Fritzsche, sta utilizzando delle vecchie fotografie aeree e documenti del Terzo Reich per individuare i tunnel sotterranei sul Walpersberg, un altipiano di pietra arenaria sulla sponda ovest del Saale vicino a Kahla in Turingia, formatosi circa  60 milioni di anni fa. È degno di nota perchè ospitava il Reimahg, l'ultimo dei sei stabilimenti a prova di bomba che sfornava macchine da guerra per Hitler tra cui il Messerschmitt Me 262, jet da combattimento della Seconda Guerra Mondiale. Per raggiungere questo obiettivo, il sistema di tunnel esistente è stato esteso a 30 km utilizzando oltre 12.000 lavoratori forzati provenienti da Italia e dall'Europa orientale, e altri 3.000 lavoratori qualificati. 

L'8 marzo 1944, Fritz Sauckel, il Reich plenipotenziario per la mobilitazione della manodopera e Gauleiter della Turingia, suggerirono a  Göring la costruzione di un enorme complesso di fabbriche a prova di bomba nella zona di Kahla-Pössneck, a sud di Jena. Tuttavia l'impianto, che venne chiamato Reimahg in onore di Reichsmarschall Hermann Göring, non raggiunse mai la piena capacità perché la guerra volgeva al termine e il Reich era ormai prossimo al crollo.

Adesso che la ricerca del leggendario treno nazista in Polonia si é affievolita, l'attenzione passa al Reimahg, nel bosco di Walpersberg nella parte orientale dello stato tedesco della Turingia.

Il Walpersberg è conosciuto sin dal 15 ° secolo come Walpurgis Mountain. Ci sono alcune prove di antichi insediamenti nella Valle del Saale circostante, risalenti al periodo Paleolitico medio.

Dopo la guerra, l'Amber Room è diventato l'El Dorado del centro Europa, una ricerca che ha affascinato ricchi e poveri. Anche Georges Simenon, autore del commissario Maigret vi partecipò, fondando l'Ambra Club Room per rintracciarlo una volta per tutte.

Ognuno aveva una teoria diversa su quello che era potuto accadere. L'Amber Room è stata presa dai tedeschi a Königsberg, capitale della Prussia orientale, che ora è l'enclave russa di Kaliningrad. La teoria accettata un po' da tutti è che il prezioso cimelio sia stato distrutto dal fuoco dell'artiglieria russa quando l'Armata Rossa prese d'assalto la città nel 1945. Tuttavia, ci sono persone che sostengono che fu portato via prima della caduta. Mr Fritzsche, il quale ha avuto il permesso dalle autorità locali per lo scavo, può contare su un piccolo gruppo di volontari che lo aiutano con l'attrezzatura pesante per iniziare a scavare nel labirinto nazista. Dice che ha accumulato la prova che le SS  hanno trasportato numerose casse nel sito nei giorni morenti della guerra prima di sigillarle nelle gallerie. "Se è lì, lo troveremo", ha detto fiducioso ai giornalisti che lo hanno intervistato.

Fonte: www.express.co.uk -  en.wikipedia.org