La torre più alta del sud America svetta nello skyline della foresta amazzonica

Il 15 agosto é iniziata la costruzione di quello che diventerà il grattacielo più alto del Sud America: una struttura più alta della Torre Eiffel: 325 metri (1066 feet). Ma questa torre non svetterà nello skyline di San Paolo e Buenos Aires, piuttosto, sarà situata nel mezzo della foresta pluviale amazzonica. La torre è così alta perchè i suoi dati riflettono una grande fascia di foresta pluviale (misurazioni a quote più basse sono più sensibili alle fluttuazioni locali).

The Amazon Tall Tower Observatory, circa 100 miglia dalla città di Manaus, in un sito della foresta pluviale lontano da insediamenti umani, riferisce la BBC, è progettato per raccogliere informazioni a lungo termine sulla formazione di nubi e gas a effetto serra, per determinare come la più grande foresta pluviale del pianeta interagisce con l'atmosfera e, soprattutto, se l'Amazzonia è un pozzo di carbonio o un emettitore di carbonio.  Se l'Amazzonia è un emettitore di carbonio o no "è una questione molto aperta. Ci sono un sacco di informazioni contrastanti in questo momento." dice Martin Heimann, direttore per la biogeochimica del MPI (Istituto Max Planck).

 "È il primo osservatorio tropicale a lungo termine in grado di analizzare la salute di un ecosistema tropicale importante come la foresta amazzonica", dice Paulo Artaxo, uno dei coordinatori brasiliani del progetto dell'Università del dipartimento di fisica applicata di San Paolo.

La costruzione dovrebbe essere terminata entro dicembre. Le informazioni verranno caricate via internet satellitare, a disposizione di qualsiasi ricercatore che ne ha bisogno. Il progetto ATTO è una collaborazione tra Max Planck Institute (MPI) for Chemistry, in Mainz, Germany, and the National Institute for Amazon Research (INPA) and University of the State of Amazonas, entrambi situati a Manaus, in Brasile. Il MPI per Biogeochemistry, a Jena, in Germania, è anche partner del progetto. I governi tedesco e brasiliani stanno dividendo i costi del tentativo pari a 8,4 milioni di euro.

Immagine: nature.com