Il demone in mezzo a noi


Il demone è in mezzo a noi. Lui scruta, osserva il nostro comportamento e sulle nostre debolezze tenta di costruire ancor di più il suo potere.

Dice papa Francesco, dal Vangelo di Luca, che quando il demonio è respinto, gira e cerca alcuni compagni e con questa banda, torna. Dunque «cresce anche coinvolgendo altri». Così  é successo con Gesù. 

La vita di Gesù è stata una lotta.
Lui è venuto a vincere il male, a vincere il principe di questo mondo, a vincere il demonio che ha tentato Gesù tante volte, e Gesù ha sentito nella sua vita le tentazioni» come «anche le persecuzioni.

«Anche noi siamo tentati, anche noi siamo oggetto dell’attacco del demonio – ha detto il Pontefice -, perché lo spirito del Male non vuole la nostra santità, non vuole la testimonianza cristiana, non vuole che noi siamo discepoli di Gesù. E come fa lo spirito del Male per allontanarci dalla strada di Gesù con la sua tentazione? La tentazione del demonio ha tre caratteristiche e noi dobbiamo conoscerle per non cadere nelle trappole. Come fa il demonio per allontanarci dalla strada di Gesù? La tentazione incomincia lievemente, ma cresce: sempre cresce. Secondo, cresce e contagia un altro, si trasmette ad un altro, cerca di essere comunitaria. E alla fine, per tranquillizzare l’anima, si giustifica. Cresce, contagia e si giustifica».

Il diavolo c’è. Anche nel secolo XXI!  e non dobbiamo essere ingenui a cadere nei suoi trabocchetti.

 Estratto da  tempi.it

Immagine: il pensierocristiano.blogspot