La zanzara, questo fottuto insetto che infetta da morire


Miliardi di zanzare enormi hanno sciamato in alcune zone della Carolina del Nord.

Cassie Vadovsky è tornata a casa dopo aver preso sua figlia di 4 anni dalla scuola e inaspettatamente è stata accolta da uno sciame di zanzare assetate di sangue. Era  come un turbine, come se nevicassero zanzare", ha detto la donna. "Penso che la mia macchina ancora con il motore acceso le abbia agitate. Ho aspettato che si calmassero prima che prendessi i bambini e mi fiondassi in casa. "

Vadovsky è solo una delle tante persone nella Carolina del Nord che sta combattendo contro un'epidemia di zanzare, il risultato delle inondazioni causate dall'uragano Florence. La potente tempesta ha portato livelli record di alluvioni e livelli di acqua in molte parti dello stato, creando un terreno fertile per le "Gallinippers", un tipo di zanzara che può essere tre volte più grande della media.

Per l'entomologo del North Carolina State University (NCSU) Michael Waldvogel le larve di zanzare si nutrono di animali acquatici grandi come girini, con le femmine che crescono per nutrirsi di umani e altri grandi mammiferi.

Da noi la situazione non è migliore. Forti piogge e temperature altissime dietro la punta della febbre trasmessa dalle zanzare nell'Europa meridionale.

Secondo gli ultimi dati relativi al Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), ci sono stati più di 1600 casi di virus del West Nile fino ad oggi, superando il numero totale di casi negli ultimi cinque anni. Ad esempio, nel 2017 ci sono stati 207 casi di virus e nel 2016 ne sono stati 225.

L'Italia è stata la più colpita dalla malattia, riportando quasi 500 casi, seguiti da Serbia (270), Grecia (261) e Ungheria (213). Ci sono stati anche 16 casi di virus in Francia e 15 in Austria. Ci sono stati anche 124 morti a causa del virus.

La malattia, isolata per la prima volta nel 1937 in Uganda, è diffusa dalla zanzara Culex. Uccelli, cavalli e umani possono essere infettati.

Nell'80% dei casi le persone infette dal virus non avvertono alcun sintomo e circa una infezione su 150 si diffonde al cervello.

Di solito accade in Europa tra luglio e ottobre, con il numero di casi che si scatenano in quel periodo.

Per non parlare poi di quello che succede in Africa orientale, dove scorre il Nilo. In Sudan migliaia di persone sono state colpite  dalla febbre trasmessa dalle zanzare. Almeno 11.000 casi di chikungunya e altre malattie virali nello snello stato di Kassala del Sudan orientale, dove medici e residenti hanno chiesto al governo di dichiarare l'area una zona disastrata in seguito all'insorgere di numerose malattie trasmesse dalle zanzare che hanno colpito migliaia di persone e alimentato la paura di un'epidemia che ha investito il paese.

I funzionari sudanesi hanno detto che almeno 11.000 casi di infezione virale - compresa la chikungunya e la febbre dengue - sono stati finora segnalati, ma che tutto è sotto controllo. 

I residenti contattati telefonicamente questa settimana dal Middle East Eye hanno affermato che gli ospedali sono strapieni e che la gente "muore senza alcuna cura". Hanno anche avvertito che le malattie si sarebbero probabilmente diffuse in altre aree mentre le persone fuggivano dalla regione.

Un grosso problema, quello delle zanzare, verso cui occorrerebbe un qualcosa molto più efficace dei tanti spray in commercio. Chi lo troverà (il rimedio) farà la sua fortuna! 

Immagine: www.euractiv.com