Genghis Khan: il fondatore del project management


Sognando un impero agricolo, mentre cerca di conquistare i mercati alimentari dei paesi limitrofi, il Kazakistan sta prendendo lezioni di management dall'imperatore condottiero Gengis Khan. 


Il paese dell'Asia centrale, il cui territorio un tempo era parte dell'Impero Mongolo, vuole più che raddoppiare le esportazioni di generi alimentari e di altri prodotti agricoli nel corso dei prossimi cinque anni, ha detto il vice ministro dell'Agricoltura Arman Yevniyev, in una riunione di governo.

Egli ha detto che la produzione di carne è stata un'area particolarmente promettente, che potrebbe generare fino a 2,6 miliardi di dollari in entrate annuali da esportazione e ha presentato i piani al suo ministero per revisionare il sistema di gestione e di sovvenzione.

Nel corso della riunione, Arman Yevniyev, inaspettatamente, ha chiamato in causa Gengis Khan, colui che fondò un impero che andava dalla Corea e dalla Cina, attraverso l'Afghanistan, la Persia e l'Iraq e infine in Ungheria e la Russia, che costituisce il più grande impero terrestre contiguo della storia. "Genghis Khan può essere considerato il fondatore del project management ", ha detto animando l'incontro, trasmesso on line.

Yevniyev ha poi ricordato la struttura organizzativa dell'esercito mongolo, divisa in tre ali e unità di decine, centinaia, migliaia e decine di migliaia di persone.

"Usando questo approccio, Gengis Khan ha conquistato metà del mondo con il suo esercito", ha aggiunto, tenendo viva l'attenzione dei presenti, "Potremo conquistare mercati con carne e altri prodotti agricoli."

Secondo la presentazione di Yevniyev, i maggiori mercati potenziali per la carne kazaka sono Cina, Iran, Arabia Saudita, Vietnam e Russia - che, casualmente, coincidono con le direzioni della conquista medievale mongola.

Il bestiame da riproduzione era la principale occupazione degli antenati degli odierni kazaki - quando non erano impegnati a scoccare frecce da cavallo contro gli eserciti nemici. Yevniyev ha voluto precisare che questo patrimonio nomade è un altro vantaggio competitivo.

Il primo ministro Bakytzhan Sagintayev ha esortato alla cautela con l'uso di metafore bellicose.

"Hai menzionato  Gengis Khan...  mi auguro di non spaventare i nostri vicini," ha detto con una risata.

Il sovrano mongolo è una figura venerata nell'ex repubblica sovietica di 18 milioni di abitanti, dove un numero significativo di persone si fregia di avere la discendenza direttamente da lui.

Ciò che segue é tratto da una recente biografia sul terribile condottiero  di Frank McLynn : Genghis Khan: The Man Who Conquered the World

In un ambiente che allevava uomini duri, Gengis era il più difficile di tutti. Nato nel 1162 (secondo McLynn, altre stime variano dal 1155 al 1167), all'età di 14 anni aveva ucciso il fratellastro (e il potenziale rivale) in una discussione per un pesce e aveva sequestrato i cavalli della sua famiglia, rubati in un raid. Si sposò a 16 anni e quando un clan in competizione rapì e impregnò sua moglie Borte, radunò un grande esercito per salvarla. Nel 1206 sopravvisse a una freccia avvelenata nel suo collo, e come ricompensa per una carriera militare brutalmente efficace, un nobile consiglio (quriltai) dei clan mongolo proclamò Temujin il loro capo, o 'Genghis [Chinggis] Khan' - spesso tradotto come 'Sovrano dell'universo '. Ma a quel punto si stava solo scaldando...

Ha riformato il suo esercito, lo strumento della conquista, lungo linee manchuriane in unità decimali: dieci in un plotone, 100 in una compagnia, 1.000 in una brigata e 10.000 in una divisione. La loro paga era il saccheggio. Il furbo Gengis creò anche una guardia imperiale di 10.000 uomini, rendendo i figli dei suoi generali ufficiali al fine di garantire "un buon comportamento".  Ha scatenato questo vasto esercito di oltre 100.000 in tutta l'Asia.

Immagine: www.tripadvisor.ie www.spectator.co.uk

Da leggere su Gengis Khan: Gengis Khan è sepolto nella Montagna X