Un misterioso calamaro con le corna trovato nelle profondità del Golfo del Messico


Un misterioso calamaro con le corna è stato trovato sottosopra nei pressi di un tumulo sottomarino, a una profondità di circa 2,790 piedi (850 metri). 

Lo strano calamaro è stato catturato il 17 aprile dall'equipaggio della nave NOAA Okeanos Explorer durante un viaggio scientifico per studiare un'area oceanica mai esplorata prima con sommergibili in acque profonde. La missione ha condotto sia ricerche scientifiche che immagini di habitat di acque profonde nel Golfo del Messico occidentale

Mentre esploravano le profondità del Golfo del Messico, i ricercatori si sono imbattuti in una creatura insolita: un calamaro dal corpo rosso sangue e una serie di corna appuntite.

L'immersione storica più vicina al sito è stata una singola indagine del 2009 che il veicolo subacqueo autonomo Sentry condusse a oltre 12 chilometri (7,5 miglia) a nord.

L'identità del calamaro è ancora un mistero. Alcuni suggeriscono che appartiene ai Discoteuthisun genere di calamari nella famiglia Cycloteuthidae. Si distingue dal genere Cycloteuthis per l'assenza di una coda sul mantello.

Ma esiste la possibilità che possa essere una specie completamente nuova. Sulla terra, l'esplorazione e comprensione del fondo oceanico è piuttosto limitata rispetto ad altri habitat, e non c'è dubbio che ci sia ancora un buon numero di specie nelle profondità oceaniche con cui non siamo mai entrati in contatto. La scoperta di questo calamaro cornuto ci ricorda quanto poco sappiamo del fondo oceanico.

Quando la creatura è stata osservata, si è arricciata verso l'interno in modo molto drammatico con le braccia conserte e in una posizione difensiva. Mike Vecchione, biologo del NOAA, descrive questo calamaro come "probabilmente il calamaro più bizzarro che abbia mai visto". L'aspetto e il comportamento del calamaro è così strano che a prima vista non sembra nemmeno un calamaro.

"La mia prima reazione è stata: 'Che diavolo è successo?'", ha confidato Mike Vecchione. "Non assomigliava a nessun calamaro che avevo visto, finché non ci siamo avvicinati e l'animale ha iniziato a ruotare intorno".

La spedizione iniziata l'11 aprile, proseguirà fino al 3 maggio per sondare la misteriosa vita in agguato a migliaia di metri di profondità nel Golfo del Messico.

Immagine: www.i4u.com