Il commercio di albini e... la fortunata Alba


L'albinismo tra gli umani raggiunge punti di atrocità innominabili, tanto che due anni fa, in uno sforzo per contrastare atti di violenza, the Office of the High Commissioner for Human Rights  ha nominato Ikponwosa Ero come primo esperto indipendente dell'ONU sui diritti umani delle persone con albinismo.

La signora Ero, della Nigeria, affetta anche lei da albinismo - una condizione ereditaria che colpisce il pigmento della pelle e dei capelli, ha detto che attacchi, mutilazioni e omicidi si verificano a causa della falsa convinzione che le parti del corpo albino possono portare ricchezza e buona fortuna.

Ero ha affermato di aver documentato quasi 800 casi di attacchi contro gli albini negli ultimi dieci anni nell'Africa subsahariana, dove violenza e stregoneria vanno a braccetto.

Tuttavia, dice l'esperta Onu, la maggior parte dei casi non viene segnalata perché la maggior parte dei casi coinvolge membri di famiglia o di persone conosciute alla vittima".

"La Croce Rossa ha riferito che le parti del corpo hanno una loro valutazione sul mercato nero: un braccio è stato valutato 2.000 dollari e un cadavere totale  circa 75.000 dollari, quindi ci sono profitti da fare anche se non si crede alla stregoneria" asserisce Ero.

Anche se sono i medici di una strega a guidare questo commercio, raramente vengono portati davanti la giustizia. Ero ha detto che c'erano pochi medici di strega tra i prigionieri che ha incontrato durante le due visite dello scorso anno in Malawi e in Mozambico per valutare la situazione delle persone con albinismo.

"La società ha paura di loro", ha detto l'esperto Onu. "La polizia ha paura di loro. Quindi, solitamente non vengono perseguiti. E poi le persone su larga scala che pagano non sono di solito in prigione poiché sono l'elite. Chi si trova in carcere sono poveri agricoltori, poveri soldati, a cui vengono offerti un sacco di soldi"...

La fortunata Alba

Altrove, per garantire ad Alba di vivere una vita degna e soddisfacente, le costruiscono una casa su un' isola forestale, dove potrà vivere in un ambiente naturale, ma protetto dalle balorde minacce di alcuni esseri umani

Ah, dimenticavo! Alba è un orango albino, ha 5 anni, capelli biondi, ed è l'unico orangutano albino conosciuto al mondo. Non può tornare nella natura a causa di problemi sanitari legati al suo albinismo. Ha una visione e udito deboli e un'alta probabilità di cancro della pelle più tardi nella vita. 

La Borneo Orangutan Survival Foundation , attraverso il suo portavoce Nico Hermanu dice che vuole creare un'isola forestale di 5 ettari (12 acri) da cui  Alba "farà" un appello per raccogliere 80.000 dollari necessari all'acquisto del terreno in una riserva speciale vicino al centro di riabilitazione degli oranghi nel centro di Kalimantan sull'isola gigante del Borneo.

Immagini:  news.nationalgeographic.com- www.dailymail.co.uk