Il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo di Parigi e la nuova rotta cinese

Cosa significa il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo di Parigi sul clima, uno dei più importanti accordi internazionali che verte sulla riduzione delle emissioni di gas serra ?

L'accordo di Parigi si è realizzato perchè i milioni di morti e di migranti causati dai cambiamenti climatici nei prossimi anni cresceranno.  Lo stesso Esercito americano ha  messo in guardia il Presidente, poiché ci saranno danni enormi a livello di migrazioni,  siccità che porteranno guerre e che costeranno molto. Un solo grado in più di temperatura potrebbe significare questo.

Ma questa sortita di Trump, che ha spiazzato il mondo e già va costituendo nuove alleanze a livello internazionale, è definitiva o diventerà una negoziazione cui gli Stati Uniti (grande contribuente per il clima) vorranno avere l'ultima parola?

Ha detto Trump, nel giardino delle rose alla Casa Bianca. " Io opererò affinchè l'America rimanga il leader mondiale per quanto riguarda le tematiche ambientali ma in un contesto che sia giusto  e con gli oneri e le responsabilità equamente condivisi tra le tante nazioni di tutto il mondo".

Quando nel novembre 2020 la decisione americana diventerà operativa, quali saranno poi gli effetti sull'ambiente?

Se ci sarà un futuro peggiore, lo sarà anche per l'America (vedi uragani, devastazioni che hanno costi molto maggiori di quanto Trump dice di perdere stando dentro l'accordo di Parigi). La riduzione delle emissioni di gas serra è un problema globale. Uscendo dall'accordo l'America rifiuta anche la green economy, le nuove tecnologie e al loro posto ecco miniere di carbone (come in Cina, che però non paga dazio!!!)  e petrolio, che faranno crescere sano e prosperoso il Paese.

Leggi tutto su "il professor echos"

Immagine: edition.cnn.com