Lo squalo gigante a Fort Worth, nel Texas

Un gigantesco squalo del Cretaceo è stato scoperto nei pressi di Fort Worth, Texas.

Una nuova scoperta spinge indietro le nozioni della scienza sul come i giganteschi squali predatori si sono evoluti.

Gli autori dello studio hanno scritto: "KUVP 16343 and OMNH 68860, entrambi ricostruiti come Leptostyrax Macrorhiza.

Nel 2009, mentre esplorava il Duck Creek Formation, fuori da Fort Worth in Texas, uno scavo che 100 milioni di anni fa era parte del Western Interior Seaway, Janessa A. Doucette-Frederickson inciampò su quello che lei pensava fosse una roccia. Quando più tardi lo esaminò con il co-ricercatore Joseph Frederickson, oggi suo marito, fu chiaro che si trattava di un fossile gigante. Insieme con i loro colleghi di paleontologia del club e del gruppo di ricerca, si scoprì che quello su cui aveva inciampato, era, in realtà, una vertebre di un  antica squalo

In base alle dimensioni delle vertebre, gli scienziati hanno determinato che lo squalo era lungo circa 24 piedi, oltre 7 metri. Nei loro risultati della ricerca, pubblicati da PLoS One Journal, lo hanno soprannominato un "squalo gigante".

Circa 100 milioni di anni fa, questo gigantesco squalo delle dimensioni di un edificio di due piani nuotava in mari poco profondi che coprivano l'attuale Texas e Oklahoma, appunto il Western Interior Seaway.

Questa scoperta cambia il quadro dei mari del primo Cretaceo e Frederickson è entusiasta di farne parte. "Sono una delle poche persone che hanno effettivamente visto uno squalo di queste dimensioni, che ha visto questi fossili, ed ora voglio condividerla con tutti", ha spiegato la ricercatrice a News 6.

Immagine: www.newsweek.com