Nuova mappa sulle specie in pericolo sulla Terra

Una nuova mappa mostra quale parte del mondo sta perdendo gli animali più velocemente.

Ai primi tre posti ci sono l'Indonesia (184), il Madagascar (114), il Messico (101), con l'India che segue da vicino a 94.

La mappa nell'immagine sopra proviene da informazioni raccolte da Eco Experts, utilizzando le informazioni raccolte dalla World Bank.

Eco Experts si domanda: perché questi paesi stanno perdendo così velocemente molti mammiferi ?

Si tratta di una combinazione di fattori. Ogni posizione è particolarmente elevata in biodiversità. Ci sono un gran numero di animali che vivono in queste aree del mondo.

L'Indonesia, per esempio, con 670 animali è il paese con il maggior numero di specie di mammiferi. Il Brasile è secondo con 648. la Cina segue con 551, e il Messico 523.

Questa incredibile ricchezza di vita mammifera non è adatto per la vorace macchine di morte nota come deforestazione, distruzione degli habitat umani e sconfinamento. Molte di queste specie, con nessun posto in cui vivere, semplicemente muoiono.  Solo in alcuni Paesi esistono specie che non si trovano in nessun altro posto al mondo. Otto dei 101 mammiferi (specie in pericolo) minacciati in Messico, per esempio, si estingueranno perché esistono soltanto lì. Lo stesso vale per i 111 mammiferi in Madagascar.

L'Indonesia è una ricca zona di foresta pluviale, la terza più grande al mondo, che contiene la diversità biologica più che altrove. Il Rainforest Action Network rileva che, anche se la sua superficie territoriale comprende solo l'1 per cento della superficie terrestre, l'Indonesia è la patria del 12 per cento di tutti i mammiferi, il 10 per cento di tutte le specie vegetali e il 17 per cento di tutte le specie di uccelli. Tra le minacce alla sopravvivenza di questi animali è l'industria della cellulosa, che sta guidando un'estesa perdita della foresta pluviale.

Il Madagascar, circa le dimensioni del Texas, è la quinta isola più grande al mondo. I suoi lemuri sono l'unico animale vertebrato sulla terra più a rischio animali. Secondo l'Union for Conservation of Nature (IUCN), di 103 specie di lemuri, il 91 per cento è considerato minacciato.
,
In Messico, le pratiche agricole minacciano direttamente quasi la metà delle sue 101 specie in pericolo.

"Questi nuovi dati sono davvero allarmanti e suggeriscono che dobbiamo fare qualcosa con urgenza se vogliamo impedire l'estinzione di queste specie," ammonisce Jon Whiting di Eco Experts.

"L'elemento più deprimente è che ognuna di queste minacce sono un risultato diretto delle attività umane e il nostro impatto sul mondo naturale", ha aggiunto Whiting.

Cosa ci riserverà ancora l'insensatezza umana?

Fonte e immagine: www.care2.com