Tanzania: mercato di organi del corpo di albini

Non sono pochi i Paesi nel mondo dove la confusione impera incontrastata. Una delle cause di questo aspetto stagnante lo si può attribuire alla religione, che porta ad una esasperarazione della società, spesso con atti e metodi truculenti.

Uno di questi Paesi é la Tanzania, nell'Africa centro-orientale a sud del Kenya con a est l'Oceano Indiano. Nel territorio spicca il Kilimangiaro. 

In Tanzania la religione ha le sue radici antiche. Quasi un terzo della popolazione  é di religione musulmana. Un altro terzo é cristiano e il restante è di religione di diverso tipo, tra cui induismo. Alcune popolazioni rurali in Tanzania sono credenti di religione animista. Probabilmente é da qui che nascono fatti tanto orripilanti.

Infatti, nei villaggi dell'entroterra, ignoranza e povertà, diffondono la credenza che parti del corpo degli albini servano a creare pozioni magiche. Secondo alcuni gli albini sono una punizione degli dei o anche portatori di malocchio, secondo altri i loro organi, pelle, occhi e capelli chiarissimi, sono magici e vengono usati come talismani o ingredienti per creare pozioni che si ritiene guariscano da malattie e portino fortuna negli affari. A causa di queste credenze gli albini sono vittime di attacchi, omicidi e mutilazioni. C’è, inoltre, chi ritiene che avere un rapporto sessuale con un albino possa curare l'Aids, e per tale motivo gli albini, anche in tenera età, sono vittime di stupri.

Sul mercato tanzaniano gli organi del corpo di un albino sono negoziati per 600 dollari a pezzo, mentre il prezzo di un intero cadavere albino ammonta a 75.000 dollari. Attualmente, 200.000 albini vivono nel paese africano.

Negli ultimi tempi la polizia della Tanzania ha arrestato una trentina  di "guaritori tradizionali" con il sospetto di favorire il commercio degli organi degli albini, assassinati in omicidi rituali 

Ora, un tribunale della Tanzania ha emesso la condanna a morte per quattro persone accusate di aver ucciso una donna albina. "L'accusa ha dimostrato il caso al di là di ogni ragionevole dubbio", ha detto il giudice dell'Alta Corte Joaquine Demello, aggiungendo che il verdetto è stato emesso in considerazione della crescente uccisione di persone affette da albinismo nel paese."

All'inizio della settimana, il presidente della Tanzania Jakaya Kikwete ha condannato le uccisioni, promettendo di aumentare gli sforzi per porre fine alle atrocità. "Il governo ha da tempo cercato di fare tutto il possibile per fermare le uccisioni, siamo molto decisi in questo. Ma abbiamo ancora bisogno di migliorare i nostri sforzi per portare a termine questi omicidi, che sono disgustosi e di grande imbarazzo per la nazione," ha detto il Presidente, ed ha aggiunto che "si tratta di una falsa credenza quella di credere che la parte del corpo di una persona affetta sa albinismo, porterà successo nelle attività commerciali, di pesca e minerarie. Questo è ciò che sta alimentando questo male in corso ".

L'albinismo è una malattia genetica che interrompe la produzione della melanina nel corpo parzialmente o completamente e si traduce in assenza di pigmento nei capelli, occhi e pelle.

Immagine: internationalreportingproject.org/