Afghanistan: il cervo che non si vedeva da più di 60 anni


Un cervo muschiato con zanne che non si vede in Afghanistan da più di 60 anni è stato avvistato da un gruppo di ricercatori della Wildlife Conservation Society (WCS) nella parte nord-est del paese. E' stato visto quattro, cinque volte tra  prati alpini, ripide e affioramenti rocciosi.  In realtà, hanno individuato anche altre creature cinque volte: un maschio tre volte, una giovane femmina una volta e un'altra femmina da sola a passeggioa tra fitti cespugli di ginepro e rododendri.

Ma il cervo non ha reso la vita facile ai ricercatori.
Al contrario, gli animali erano difficili da individuare, e non potevano essere fotografati.

I ricercatori hanno scoperto che il cervo muschiato esiste ancora nella provincia del Nuristan.

Gli animali, alti oltre due metri, possono sembrare spaventosi. I maschi usano i loro denti per combattere quando cercano di accoppiarsi. "Il cervo muschiato è uno dei tesori di vita in Afghanistan", dice un co-autore dello studio sui risultati, definendo le specie "il patrimonio naturale di questa nazione in difficoltà." Gli animali in via di estinzione sono vittime del bracconaggio: sul mercato nero, le loro ghiandole odorifere possono valere per più di 20.000 dollari per libbra (0,45 kg). La secrezione delle loro ghiandole, conosciute come muschio, è stato utilizzato in profumi e farmaci per circa 5.000 anni.