Il popolo degli incottatati fugge dalla foresta amazzonica


Brasile non è solo Neymar, Messi, pallone e passione, è anche luogo dove accadono le cose più sorprendenti. Come quello che sta accadendo nelle vicinanze del confine con il Perù.

Dei funzionari brasiliani, dopo aver effettuato una valanga di avvistamenti, han detto che al confine con il Perù sta accadendo qualcosa che potrebbe rivelarsi la tragedia di un "popolo incontattato". Hanno visto spostarsi individualmente o in piccoli gruppi un popolo sconosciuto, abitante da sempre nella foresta amazzonica.

Questo "popolo inesistente", sta adesso abbandonando frettolosamente quello che è stato il loro mondo. Per sfuggire al disboscamento e alle nuove e inaccessibili strade dei trafficanti di droga, diventate molto pericolose per chi vive nella foresta.

Il gruppo in fuga potrebbe essere quello che è stato fotografato, e che ebbe molto scalpore, nel 2008, durante un sorvolo sulla vasta aerea da parte del FUNAI.

Per il FUNAI le bande indigene sono in fuga verso il confine in risposta alle incursioni di taglialegna nelle loro terre. L'area in questione, dove ha sempre vissuto questo "popolo d'incontattati". è diventata molto trafficata da taglialegna illegali e bande di narcotrafficanti. Sono frequenti le segnalazioni di massacri nei territori remoti e senza legge.

Brasile e Perù avevano assicurato che avrebbero fermato il disboscamento illegale e il traffico di droga, che stanno spingendo gli Indiani incontattati verso nuove aree. Ma hanno fallito. I trafficanti hanno persino attaccato un avamposto governativo che avrebbe dovuto monitorare l’area. Ora gli Indiani incontattati rischiano il genocidio per violenze e malattie, insomma la solita storia "del quando arrivano i conquistadores". Nessuno, però, ha il diritto di distruggere questi popoli.

Al momento, si sa  che questo gruppo "d'incottattati" ha avuto un primo contatto con la comunità indigena stanziale degli Ashaninka e con dei funzionari Funai, ad Aldeia Simpatia, lungo il confine tra Perù e Brasile.

I popoli incontattati sono i gruppi umani più vulnerabili del pianeta. Nonostante le immagini dimostrino che sono in buona salute, non hanno difese immunitarie verso malattie comuni come l’influenza e il morbillo, che in passato hanno spazzato via intere tribù.

immagine: www.thedailystar.net/