L'India che non mi piace

Cose da pazzi accadono in India!

Da un po' di tempo, probabilmente e comprensibilmente, per seguire la vicenda dei nostri marò, (il sottoscritto ha fatto il servizio militare in Marina), sto seguendo quanto accade In India, attraverso i siti d'informazione online che la riguardano, oltre che sui media nostrani.

Sapevo che il secondo Paese più popoloso del mondo e la sua grande democrazia, ha ricevuto crescente interesse da parte degli investitori internazionali negli ultimi anni come membro del gruppo BRICS.  Anche se il suo PIL ha raggiunto 1.85trilioni di dollari nel 2012, diventando così la 10 ° più grande economia mondiale in termini nominali, lo sviluppo economico del paese rimane irregolare. Tuttavia, nonostante la sua arretratezza sociale, è un Grande Paese, all'avanguardia nella tecnologia anche spaziale e con grandi cervelli tra i giovani, laureati magari all'estero, e la sua valuta, assieme a quella cinese potrà svolgere un ruolo molto importante nel mercato mondiale dei capitali.

Da sempre però, l'India si porta dietro il nome di terra della spiritualità e della filosofia, ed è stato il luogo di nascita di alcune religioni ancora oggi esistenti nel mondo. Tra i grandi movimenti religiosi nati fin da epoche remote in territorio indiano spiccano: il brahmanesimo (X sec. a.C.) donde derivò nel III secolo a.C. l'induismo, il giainismo (VI sec. a.C.), il buddhismo (VI sec. a.C.), il lamaismo (XII sec. d.C.). Nel 15 ° secolo è poi sorta una nuova religione in India: il Sikhismo, seguito da circa il 2 % degli indiani. Oggi solo lo 0,5 % degli indiani sono giainisti e circa lo 0,7% sono buddisti. La religione dominante è l'induismo: circa l'80 % degli indiani sono indù.

L'induismo è una religione colorata con una vasta galleria di dei e dee. Le radici dell'induismo affondano nelle tradizioni dei primi abitanti dell'India: la civiltà della valle dell'Indo, che durò dal 2500 a.C. circa al 1500 a.C. Nell'Induismo, ci sono quattro passi per raggiungere l'illuminazione: Dharma ( virtù, Rettitudine ), Artha ( ricchezza ), Kama ( Love, Sex , Desiderio ), Moksha ( salvezza , Liberazione).

Oltre alle divinità principali come Shiva (il distruttore), Vishnu (colui che preserva), Brahma e la Dea madre (Mahadevi), ce ne sono numerose altre che occupano importanti posizioni nel pantheon indù.

La religione poi influenza anche la struttura sociale, che fino a non molto tempo fa  era suddivisa in quattro livelli, caste chiuse cui si apparteneva sin dalla nascita. Ogni livello aveva un ruolo. I brahmini o sacerdoti erano al vertice della piramide. Seguivano i kshatriya (guerrieri), i vaisha (mercanti e agricoltori), i shudra (lavoratori manuali e servitori) e nell'ultimo gradino stavano i paria, servi o schiavi, i disperati intoccabili, la classe più bassa che svolge lavori impuri. Il sistema delle caste é ancora predominante, benchè il governo indiano abbia cercato di migliorare la condizione degli intoccabili.

Queste separazioni in caste nella vita indù sono rese tollerabili dalla convinzione che negli uomini vi sia un'anima immortale (atman), la quale rinasce milioni di volte, in molte forme, secondo la legge morale (Karma), che prevale nell'universo. Il karma non è un premio o un castigo in sé; è una legge impersonale e indiscussa quanto la legge di gravità. Ma è possibile la liberazione (moksha) dalla rinascita, e l'Induismo è l'insieme delle strade attraverso le quali ciò può essere ottenuto.

Tuttavia alcune forme di Induismo sostengono che il moksha non verrà mai raggiunto finché non avremo dimostrato di essere staccati da tutti i sentimenti che ci legano al mondo, compreso il mondo che ripugna e che contamina.

Sembra che nel variegato subcontinente indiano e nel coacervo di religioni e culti, ci siano pure riti, diciamo fai da te, che si fregiano della parola Homam, una importante pratica religiosa dell'induismo, per allestire cerimonie in culti che predicano sazietà di tutti i desideri mondani e carnali in modo che si possa imparare l'importante lezione di adempimento di tutti i vostri desideri non ti danno la vera felicità .L'homam si riferisce a qualsiasi rituale in cui fare offerte consacrate nel fuoco...

Ebbene, quel che leggo dell'India oggi, a parte le discussioni sorte dopo le recenti elezioni, sono notizie agghiaccianti, assurde, animalesche, una continua violenza sulle donne, ragazze minorenni stuprate in gruppo, lapidate, impiccate (vedere QUI la foto che scuote il mondo) trucidate. Notizie che confermano il tragico record di stupri: uno ogni ventidue minuti, con un terzo di vittime sotto i 18 anni. Anche una modella che ha fatto uno spot pubblicitario è entrata nel mirino dei balordi. Una taglia di diecimila dollari a chi riuscirà a violentare o sfigurare una modella indiana: gli estremisti minacciano Mathira, 29 anni che in uno spot pubblicizza metodi contraccettivi. In un paese ancora sotto choc per due adolescenti stuprate e uccise

E per non farci mancare niente, è balzato alle cronache anche un tentativo di sacrificare una sedicenne in un homam casalingo. Per fortuna, una soffiata giunta alla polizia, ha sventato il vile gesto di un padre e una matrigna, arrestati, che si erano accordati con un guru tantrico su un culto sacrificale utilizzando una cui pira sacrificale. Ravichandran, il padre della giovane, agiva secondo il consiglio del tantrico che aveva detto che avrebbe avuto un tesoro in oro se avesse sacrificato la figlia in un homam. La ragazza ha detto alla polizia che sospettava della matrigna che voleva ucciderla con il pretesto di sacrificarla per ottenere il tesoro. Il guru tantrico e i suoi assistenti sono riusciti a fuggire. E' accaduto a Trichy o Tiruchirappalli, una citta del sud, con una rete stradale e ferroviaria ben collegata al resto dell'India e quindi non proprio fuori dal mondo. 

Eh si, sotto questo aspetto violento e pseudoreligioso è proprio l'India che non mi piace.

Fonti:  www.tgcom24.mediaset.it -  www.ndtv.com/  -  www.business-standard.com -
www.oxfordbusinessgroup.com

Informazioni religiose su I PERCORSI DELLA STORIA: RELIGIONI DEL MONDO

Immagini: sowmyanadiminti.blogspot.it/ - www.thehindu.com