Il grande evento del 2013 sarà ISON, la cometa superstar

Finito BENE per tutti noi il tormentone Fine del mondo, adesso per il 2013 ci attende un altro spettacolare evento.

Una cometa superstar, più luminosa di una luna piena, che farà il suo massimo avvicinamento al Sole il 28 novembre 2013. La sua coda sarà spettacolare, lunghissima, probabilmente un paio di miglia in tutto, dicono i ricercatori, al pari della Grande cometa del 1680, la prima cometa scoperta con un telescopio.

ISON, questo è il nome dato alla cometa in quanto è stata avvistata su fotografie scattate da due astronomi russi Vitali Nevski e Artyom Novichonok il 21 settembre 2012 dalla Russia con il telescopio International Scientific Optical Network.

ISON sarà visibile dalla Terra nel 2013. Entro la fine del prossimo novembre sarà visibile ad occhio nudo solo dopo il tramonto nella stessa direzione del sole al tramonto. La sua coda potrebbe allungarsi come un faro nel cielo sopra l'orizzonte. Allora oscillerà rapidamente intorno al Sole, e sarà costantemente illuminata nei prossimi mesi fino a quando non passerà a meno di due milioni di km dal Sole il 28 novembre, molto più vicino di qualsiasi altro pianeta, ed emergerà visibile nel cielo serale in direzione nord verso la stella polare. In quel momento, vi sarà il rischio che la cometa - essenzialmente una gigantesca palla di roccia e ghiaccio, si romperà. Ma potrebbe diventare più luminosa e più grande della cometa del secolo scorso, la cometa Ikeya-Seki, che tanto ha eccitato gli astronomi nel 1965 (nell'immagine sotto).

Potrebbe essere un oggetto visibile a "occhio nudo" per mesi. Quando sarà vicino al sole potrebbe diventare intensamente brillante, ma a quel punto sarebbe difficile e pericoloso vederla senza strumenti particolari.

Immagine: telegraph.co.uk - w7ftt.net