George, la tartaruga gigante di Pinta Island

Nel XVIII secolo le tartarughe giganti delle  isole Galapagos erano circa 300.000, ed i marinai se ne cibavano senza troppi complimenti. Poi furono introdotte nelle isole delle specie invasive come i ratti e li cominciò il declino di questi lenti animali.



Si pensava che la tartaruga gigante delle Galapagos 'Lonesome George' morta nel giugno di quest'anno, fosse l'ultima della sua specie potrebbe e invece potrebbe non essere così.

Gli scienziati sulle isole Galapagos hanno trovato 17 altre tartarughe che sembrano essere strettamente imparentate con le tartarughe giganti di Pinta Island e hanno caratteristiche genetiche simile a George e pensano che alcune di loro possono essere anche dello stesso genere di George.

La scoperta di materiale genetico simile significa che ci potrebbero essere "ibridi aggiuntivi sul Wolf Volcano" e anche individui su Pinta Island che potrebbero essere puri, hanno detto gli scienziati.

Un comunicato del Galapagos National Park, ha informato che gli scienziati di Yale hanno identificato nove femmine, tre maschi e cinque giovani con i geni della specie della tartaruga gigante dell'isola Pinta.

Sembra che gli studiosi fossero a conoscenza di un certo numero di tartarughe giganti ibridi dal 2008, tre anni prima che George morisse, ma hanno ritenuto che i geni della tartaruga gigante si sarebbero talmente diluiti da ogni possibile unione che non valeva la pena andare avanti nella possibilità di farle accoppiare. Poi, anche se l'avessero fatto probabilmente non sarebbe stato sufficiente alla progenie di resuscitare le specie.

I ricercatori hanno analizzato più di 1.600 campioni di DNA prelevati nel 2008 da alcuen tartarughe che vivono sul vulcano Wolf, a Isabella Island e li hanno confrontati con il DNA di George e con campioni prelevati dal Pinta Tortoise Museum.

Su goodnet altro articolo sulla tartaruga gigante George, che ha ispirato una linea di abbigliamento.

Immagine: www.goodnet.org